Accedi all'area riservata al personale

Riabilitazione motoria in acqua

L’acqua consente di lavorare con una riduzione della forza di gravità e di sfruttare le proprietà dell’elemento stesso – viscosità, pressione idrostatica e temperatura. In acqua il movimento risulta fluido, senza punti di arresto, e permette di mantenere o recuperare tonicità ed elasticità muscolare. Con l’utilizzo di ausili ed attrezzi si può inoltre aumentare notevolmente la resistenza offerta dall’acqua e svolgere un lavoro contro resistenza. Nel campo della riabilitazione l’acqua incontra numerosi consensi tra specialisti ed operatori del settore, poiché permette di offrire all’utente un’ampia gamma di opportunità nelle attività di preparazione, recupero o mantenimento.

Utilizzata a una temperatura ottimale e con le appropriate caratteristiche strutturali, l’acqua permette una ripresa motoria facilitata, ottimizzando la qualità e la tempistica. Il principio su cui si basa è che il peso del corpo in acqua viene alleggerito quasi del 90% e questo permette di effettuare varie terapie riabilitative con sollecitazioni nettamente ridotte.

La riabilitazione motoria in acqua è preceduta da una valutazione medica ed è consigliata in caso di esiti di fratture; esiti di ictus; esiti di interventi chirurgici, di protesi articolari, patologie infiammatorie a carico delle articolazioni; dolori artrosici; dorsolombalgie e cervicalgie; preparazione muscolare in vista di interventi chirurgici.